Evitare le trappole più comuni per esaltare la Forza Interiore.

Per liberare efficacemente la forza interiore che ci appartiene dobbiamo essere prima capaci di “imbrigliarla”, proprio come se fosse un superbo cavallo selvaggio di cui scegliamo di diventare amici e di cui ci avvaliamo temporaneamente, scambiandoci cortesie e servigi.

Liberare la forza interiore rappresentata dal cavallo significa cavalcarlo lasciandogli briglia a sufficienza per correre liberamente senza alcun freno. Eppure il cavallo deve anche sentire e accettare la presenza consapevole e rassicurante del cavaliere, il quale asseconda perfettamente ogni movimento con il giusto ritmo.

È un gioco perfetto e intrigante tra istinto e coscienza, ragione e sentimento.

L’immagine del cavallo selvaggio, e del cavaliere, penso possa rendere bene l’idea di cosa veramente sia la forza interiore e di come liberarla: un’energia interiore primordiale, perfettamente allineata e in armonia con la forza originaria della natura, che attende solo di essere finalmente destata e riscattata, con il giusto intento, per collaborare con il nostro personale desiderio di sviluppo e accrescimento.

Sicuramente avere degli obiettivi specifici, meglio se etici ed ecologici, ovvero perfettamente allineati con la nostra personale essenza e con i valori ideali, aiuta la nostra forza interiore ad orientarsi per esprimersi al meglio.

Eppure le molteplici trappole e i pericolosi tranelli che possono imprigionare e neutralizzare del tutto la forza interiore sono disseminati ovunque lungo il nostro complesso percorso di vita.

Vediamo ora come evitare le principali trappole rappresentate dai nostri errori più comuni che potrebbero farci allontanare dai nostri obiettivi e dalla forza interiore attraverso cui li perseguiamo.

COME EVITARE LE TRAPPOLE ED ESALTARE LA FORZA INTERIORE

  1. Utilizza l’intento! L’intento universale e l’intenzione individuale contribuiscono a muovere l’energia verso la sua materializzazione. Se sai richiamarla, la forza interiore ti risponderà, mettendosi al tuo servizio. Non incappare nell’errore di aspettarti qualcosa dall’esterno, ma agisci in prima persona: il primo passo viene comunque da te.
  2. Cambia! Se continui a fare le cose nello stesso modo otterrai sempre i medesimi risultati. Quindi, se non sei contento/a dei risultati ottenuti, cambia modalità d’azione in relazione all’utilizzo della tua forza interiore.
  3. Concentrati sul fare! Poni tutta la tua attenzione sul fare, anziché sul non fare, in modo da non indurre il tuo cervello in errore spingendolo proprio verso ciò che non desidera. Dato che l’energia segue l’attenzione, quest’ultima deve essere ancorata a ciò che si desidera ESSERE, fare, avere. La formulazione del linguaggio in chiave pro-positiva diventa essenziale per dirigere la nostra forza interiore verso l’obiettivo, anziché inibirla.
  4. Scegli e seleziona con cura! Evita di disperdere e di frammentare la tua forza interiore e la sua energia rincorrendo troppi obiettivi contemporaneamente o magari nessuno. Scegline uno e perseguilo fino a che non pensi di aver dato tutto il tuo meglio, in modo da canalizzare adeguatamente la forza interiore.
  5. Pensa attraverso l’idea di abbondanza! Guarda a te stesso, agli altri e agli eventi della vita attraverso l’occhio del potenziale, non con quello del deficit. Ti accorgerai così che la vita è ricca, il mondo è pieno di abbondanza e tu hai a disposizione tutto ciò che ti serve per realizzare quanto è in tuo potere fare.
  6. Sii l’artefice del tuo destino! Comunque vadano le cose, e non sempre potranno risultare perfette, scegli comunque di essere il capitano della barca che guidi, il protagonista della tua vicenda, il padrone della tua vita; non scegliere di essere una vittima inerme e sacrificale e nemmeno una semplice comparsa. Evita di affidarti troppo agli altri, incolpandoli poi per i tuoi insuccessi. Tu sei il maestro della tua forza interiore. Muovila consapevolmente.
  7. Agisci!Soltanto attraverso azioni mirate puoi trasformare la tua vita. Concentrati dunque sull’agire, non sul pensare di agire. Il pensiero è il giusto preambolo dell’azione, ma una volta formulato occorre un’azione adeguata e concreta, anche se non perfetta, che metta in circolo tutta la tua forza interiore. A volte è proprio l’idea della perfezione che dobbiamo sacrificare all’azione, o anche l’idea di avere tutto senza perdere nulla. Scegliere implica anche perdere delle cose per trovarne altre.
  8. Qui e ora! Ora, adesso è il momento del vero potere. Qui e ora. Evita di rimandare e di procrastinare impegni e quant’altro o disperderai tutta la tua energia e la forza interiore, che si manifesta con un atto di totale presenza.
  9. Allineati con i tuoi principi! Agisci sempre restando in linea con i tuoi principi etici ed ecologici, con i tuoi valori profondi, evitando così che possano nascere e innescarsi pericolosi conflitti interiori tra l’essere e il fare.
  10. Apriti alle opportunità! Evolverai con più facilità e in modo rapido nel momento in cui smetterai di guardare soltanto al problema, ma lo vedrai sempre accompagnato da un’opportunità, sulla quale porre sempre l’accento e la massima attenzione. Questo atteggiamento ti avvicinerà con più facilità alla tua forza interiore.
  11. Abbandonati! Lascia andare l’illusione del controllo totale sugli altri, sulla vita in genere e persino su di te. Ci sono delle cose che possiamo controllare e su queste possiamo prodigare il nostro impegno. Ma non tutto può essere controllato e in questi casi possiamo imparare ad allentare la presa, abbandonandoci un po’. Quindi, rilassati e abbandonati, azzerando le tensioni: la tua forza interiore fluirà con una maggiore fluidità.
  12. Dimostrati magnanimo e tollerante! Evita di perderti nel giudizio, soprattutto quando negativo, sia che riguardi te stesso che gli altri.  Nel caso valuta in modo costruttivo, mantenendoti neutrale e distaccato o, ancor meglio, comprensivo e compassionevole, in modo da non tarpare le ali alla tua forza interiore o a quella degli altri.
  13. Sii calmo e paziente! Di fronte alle diverse circostanze non essere troppo impulsivo ed evita anche di passare subito alle conclusioni senza prima aver analizzato sufficientemente i dati a tua disposizione. La forza interiore ha bisogno dei tempi giusti attraverso cui esprimersi.
  14. Abbi fiducia! Credi in te stesso, nel tuo potenziale, nella tua forza. Evita di cedere alla tentazione di ascoltare la tua voce interiore, quando negativa, che amplifica le tue credenze limitanti. Sostituisci il “non posso” con “posso farlo”, “sono capace”. Permetti alla forza interiore di esprimersi al meglio senza limitarla con i tuoi condizionamenti.
  15. Ringrazia! L’attitudine all’ingratitudine è una brutta bestia e una cattiva consigliera. Sii grato per ciò che hai ottenuto finora e manifesta la tua gratitudine, che non tarderà ad attrarre altri aspetti di cui essere grato. In caso contrario, attrarrà altri aspetti di cui essere scontenti. La gratitudine è un trampolino di lancio per la forza interiore.

IN AZIONE: RITUALE PER ESPRIMERE LA FORZA DEI 5 CORPI

Conosciamo i rituali sin dall’antichità, da quando i nostri antenati vivevano in gruppi sparuti e poi, via via, sempre più numerosi, sino a che i rituali sono diventati parte integrante delle abitudini e della cultura globale.

I rituali sono una perfetta modalità per contattare noi stessi nella nostra profonda essenza, per infonderci l’energia e la fiducia di cui abbiamo bisogno. Essi svolgono la funzione di conferire una maggiore stabilità e sicurezza riguardo le nostre azioni specifiche e i comportamenti generali, diventando spesso un solido ancoraggio e un rinforzo a cui si legano e si connettono la nostra attenzione e la fiducia.

Ecco di seguito un semplice rituale quotidiano per canalizzare la forza connessa ai nostri 5 corpi.

In accordo con i ben noti insegnamenti tradizionali suggeriti dalla Ruota della Medicina dei nativi americani, inchinati verso Est per onorare la visione dello Spirito, a Sud per connetterti alle Emozioni, ad Ovest per armonizzarti al Corpo fisico, a Nord per trascendere con sapienza la Mente e verso l’alto in direzione della sorgente energetica divina.

Mentre rappresenti contemporaneamente l’asse orizzontale e quello verticale, percepisci la tua centratura interiore e l’allineamento con le forze esterne.

Ora connettiti con la forza interiore dei tuoi 5 elementi: energetico, fisico, emozionale, mentale e spirituale.

descrizione del rituale per esaltare la forza interiore dei 5 corpi


Ti è piaciuto l’articolo? Hai qualche dubbio o domanda da farmi?

Approfitta dello spazio Commenti più in basso.

Se vuoi puoi anche condividere.

 

6 commenti. Nuovo commento

I 15 punti che hai trattato mi hanno fatto riflettere molto sul mio stile di vita e sulle mie abitudini.
Dovrò rivedere più di qualche punto per andare avanti nella mia vita. Grazie!

Gianfranco Santiglia
8 Febbraio 2017 9:26

Le mie sono delle indicazioni che ho sperimentate personalmente, ma se ne trovi personalmente qualcuna di più utile per te non esitare a sostituirle. Quel che più conta è partire di slancio con l’intento di liberare davvero quella forza interiore che ci appartiene, azzerando le interferenze che ci limitano. Ciao.

Bello e utile il rituale sui 5 corpi che descrivi. Certo è difficile fare tutto contemporaneamente ma ci proverò.

Gianfranco Santiglia
8 Febbraio 2017 9:28

La pratica continua ci rende maestri. Quindi allenati ogni giorno e persevera finché non ottiene dei validi risultati.
Buona pratica quotidiana.

Anche io proverò a fare il tuo rituale! Anzi l’ho già fatto e mi è piaciuto. Spero di avere costanza e applicarmi, magari riesco a raggiungere qualche risultato nella mia vita 🙂

Gianfranco Santiglia
8 Febbraio 2017 9:29

Sì, spesso i risultati esterni dipendono dai nostri conseguimenti interiori.
Riparti da qui, seguendo le indicazioni se le trovi utili. Per me hanno funzionato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *