Le 5  forze e la magia d’ogni giorno.

La Forza Interiore rappresenta tutto il nostro potenziale, è il motore della macchina che guidiamo ogni giorno.

Sappiamo tutti, naturalmente, che senza il motore una macchina non funziona.

Può magari apparire bella esteticamente, ma non è funzionale al nostro cammino e agli obiettivi di vita che rincorriamo in ogni modo, ciascun istante, e che ci portano a macinare chilometro su chilometro, e non soltanto in senso metaforico.

Ogni giorno della nostra vita è spesso una prova da superare: ci troviamo ad affrontare situazioni differenti e complesse con ostacoli più o meno consistenti che talvolta ci mettono a dura prova, impegnando tutte le nostre risorse e capacità.

Affrontiamo le nostre partite in ogni campo dell’esistenza, ed è soltanto attingendo a piene mani dalla sorgente da cui sgorga zampillante la Forza stessa della vita, che possiamo giocare al meglio le sfide che si presentano nella nostra esistenza in ogni possibile veste.

Da buon osservatore e testimone della vita, ho imparato a far caso a ciascuno dei momenti chiave che precedono e definiscono le grandi sfide, in modo da riconoscerli uno per uno, per poi accettarli, accoglierli e amarli così come sono, in modo che diventino uno strumento di trasformazione e realizzazione personale.

È in questa stessa veste e chiave che propongo il metodo RiconosciAmaDiventa, sintetizzato con l’acronimo RAD. Con questo metodo e la sua bussola non mi sono mai smarrito e ho potuto veleggiare nella vita sfruttando al meglio i venti e le correnti, in modo da cogliere parte della magia di cui è intessuto l’universo e scoprirne interamente l’essenza, che mi piace definire la Forza.

Ma qualcosa ci divide ancora da questa Forza, con tutto ciò che comporta, e dobbiamo fare continuamente appello a noi stessi per non sentirci smarriti quando ne percepiamo l’assenza, o comunque la distanza.

Soltanto facendo appello e attingendo efficacemente dal nostro potenziale, e quindi dalla Forza Interiore che lo caratterizza, possiamo superare di slancio tanto questa spiacevole sensazione interiore che le molte avversità che puntualmente si presentano sulla nostra strada.

Ma occorre accettare la sfida, ovvero quella prova specifica che sta impegnando e mettendo in difficoltà tutto il nostro potenziale.

Questo potenziale è proprio la nostra Forza Interiore.

Tuttavia, tanto il nostro potenziale che la Forza Interiore, comunque vogliate metterla, hanno bisogno per essere attivati del nostro intento consapevole, ovvero di un’unità intelligente che si metta con metodo e costanza alla guida del veicolo facendolo funzionare perfettamente.

Possiamo anche metterla in questi termini: il nostro veicolo interiore dispone di una forza energetica, fisica, emozionale, mentale e spirituale, che insieme rappresentano tutto il nostro potenziale, il quale per rendersi operativo ha bisogno di una necessaria presenza cosciente dinanzi alle molteplici e variegate situazioni della vita, che cambiano continuamente e alle quali occorre adattarsi al meglio, proprio come un bravo marinaio si adatta ai continui cambiamenti del mare, mentre ne cavalca le onde.

I 5 CORPI E LE SUE FORZE

Un’immagine spiega di più e meglio di tante parole e una metafora lo fa in modo più semplice e poetico.

Affidiamoci quindi a entrambe per spiegare la Forza Interiore e il suo potenziale.

attivare il potenziale e conoscere i 5 corpi

L’immagine è quella dell’essere umano composto da più componenti e parti, strumenti necessari che insieme permettono al nostro Sé individuale di compiere le innumerevoli esperienze di vita indispensabili per crescere e progredire.

Il corpo umano è dunque disposto a strati, come quelli di una cipolla, o involucri: da quello che è maggiormente denso e visibile ad occhio, il corpo fisico, l’unico percepibile da tutti  con i nostri sensi ordinari, a quello che è più sottile ed eterico, e naturalmente impercettibile, il corpo spirituale.

Puoi immaginare questi diversi strati visualizzandoli con colori diversi, così come propone l’immagine.

La metafora è quella della vita intesa come viaggio e dunque della necessità di uno strumento o mezzo con cui esplorarla. È il lungo viaggio dell’anima in cui, passo dopo passo, dobbiamo imparare a conciliare ogni nostro aspetto, prendendocene cura.

Questi aspetti sono tenuti insieme da una Forza a noi sconosciuta, alla quale possiamo sperare di connetterci armonizzando le nostre diverse componenti, tenendole insieme dal nostro centro direttivo, il , scoprendo in questo modo la Forza interiore che in modo specifico ci contraddistingue, con il relativo potenziale.

Ritornando all’immagine e alla metafora accennate in precedenza, possiamo guardare al Corpo Energetico come al carburante necessario al viaggio o, se preferite, la scintilla che ne accende il motore, o magari la vibrazione che ne innesca il movimento.

Comunque sia, senza l’impulso al movimento del corpo energetico mancano i presupposti essenziali e i requisiti del moto stesso; mancano la forza e spinta d’attivazione.

La forza analogica corrispondente al corpo energetico è dunque quella del fuoco, che attiva, avvia, dinamizza, accende e riscalda la materia.

Se il corpo energetico è la benzina, il propellente che consente al veicolo di potersi spostare, il Corpo Fisico è la macchina, il mezzo con cui muoverci, e tutti ovviamente capiscono l’importanza di mantenere il veicolo in efficienza attraverso una continua e accurata manutenzione dello stesso, che ne garantisca la funzionalità anche a lungo termine, dato che il viaggio è notoriamente impegnativo e pieno d’insidie.

La forza analogica corrispondente al corpo fisico è quella della terra, che aggrega, addensa, materializza, tiene uniti e coesi i diversi aggregati fisici.

Il Corpo Emozionale è connesso alle nostre emozioni, ne costituisce una diretta emanazione e rappresenta, secondo metafora, le strade in cui scegliamo di viaggiare in base ai nostri desideri e bisogni, alle sensazioni ed emozioni del momento.

La forza analogica corrispondente al corpo emozionale è quella dell’acqua, che scioglie, diluisce, inumidisce la materia

Il Corpo Mentale è espressione ed emanazione dei nostri pensieri e dello stato mentale che ci caratterizza; è la nostra mente che si mette alla guida del mezzo e che sceglie razionalmente come condurre il veicolo in relazione alla strada, con quale modalità ammortizzare i possibili urti, in modo da garantirci un viaggio quanto più confortevole possibile, cercando di non annoiarci.

Anche la scelta della strada spetterebbe al corpo mentale, in accordo e sintonia con il corpo emozionale, ma se non c’è vera padronanza della guida del veicolo sono le emozioni a scegliere il percorso in relazione ai capricci e agli umori del momento, e questo non ci garantisce certo l’ottimizzazione del percorso e nemmeno del viaggio.

La forza analogica corrispondente al corpo mentale è quella dell’aria, che contribuisce a spaziare, vaporizzare, arieggiare, rarefare la materia, dandole il necessario respiro.

Il Corpo Spirituale rappresenta il vero scopo del viaggio, la missione dell’anima.

Se attraverso il corpo mentale ci mettiamo alla guida del mezzo su cui viaggiamo, divenendone l’autista, il nocchiero,  con l’anima e il nostro corpo spirituale ci ricordiamo invece di esserne i padroni, o meglio i depositari, i custodi. Custodi di un destino da compiere, di una missione da realizzare, di un viaggio da portare a termine.

La forza analogica corrispondente al corpo spirituale è l’etere, le cui trasparenti proprietà sono avvolgenti e protettive, fungendo da grande contenitore universale della vita stessa e dei suoi accadimenti.

L’unione armoniosa di queste forze messe a servizio del nostro potenziale ne garantisce l’ottimale espressione e resa, pertanto prenderne consapevolezza e dedicarvi la necessaria cura non appare soltanto saggio ma anche indispensabile.

 


Ti è piaciuto l’articolo? Hai qualche dubbio o domanda da farmi sulla Forza Interiore e sul tuo Potenziale?

Approfitta dello spazio Commenti più in basso.

Se vuoi puoi anche condividere.

Tag:

2 commenti. Nuovo commento

Mi piace pensare al mio essere come all’insieme di 5 corpi ognuno con il suo compito ma che insieme formano la mia forza interiore e il mio potenziale. Devo avere maggiore cura di tutti e 5 e lamia vita sarà migliore, ne sono sicura.

Gianfranco Santiglia
17 Febbraio 2017 12:38

Pare sia proprio così!
Queste 5 forze, o “corpi”, agiscono all’unisono, spesso a nostra stessa insaputa, per garantirci continuamente delle risposte ai diversi stimoli e una maggiore efficienza.
Attivandoli consapevolmente tale efficacia aumenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *